James Brown – Funky Drummer (1970)

“Funky Drummer” è uno dei brani più rappresentativi della discografia di James Brown, con alla batteria il grandissimo Clyde Stubblefield. 

Di seguito, viene riportata la trascrizione del beat, dove al minuto 5:22, per otto battute, Clyde eseguirà quello che in futuro sarà il beat più campionato nella storia della musica. É un groove composto sostanzialmente da una sola battuta ripetuta in loop.
Il beat presenta per tutta la sua durata un pattern di sedicesimi sul charleston, con la cassa presente sull’1 in ottavi (one – and; primo e terzo sedicesimo), sul terzo sedicesimo del 3 e sul secondo sedicesimo del 4, subito dopo il rullante, che viene accentato sempre in battere sul due e sul quattro. L’elemento fondamentale che caratterizza questo beat è l’utilizzo delle ghost notes, presenti per l’intera durata del brano. Queste, sono presenti regolarmente sul quarto sedicesimo del 2(tranne sulle battute quatto e otto, dove viene eseguito un press roll), sul secondo e sul quarto sedicesimo del 3 e sul terzo e quarto sedicesimo del 4. Il beat, eseguito straight e non swing, è molto complesso da suonare, non solo per la presenza di tutti gli elementi sopra citati, ma anche per la sua velocità.

 

 

No Comments

Post a Comment